Fondazione Nuova Terra Antica

VOLUME V
L’AGRICOLTURA AL TORNANTE DELLA SCOPERTA DEI MICROBI

Il volume esamina l’evoluzione delle conoscenze agronomiche nell’età di prodigioso sviluppo delle conoscenze che corrisponde alla seconda metà dell’Ottocento. Uno spazio precipuo è dedicato a Pasteur, che realizza tutte le scoperte fondamentali in sfere connesse all’agricoltura: la produzione del vino e della birra, la bachicoltura, le malattie del bestiame, “colera” dei polli, erisipela dei suini, carbonchio e rabbia. Lo spazio dedicato all’autore è proporzionato al suo ruolo nel progresso delle produzioni agrarie, siccome è a Pasteur che può attribuirsi la nascita dell’enologia moderna, della più evoluta bachicoltura ottocentesca, dell’allevamento moderno, impensabile prima del controllo delle epizozie reso possibile dai vaccini. Oltre al ruolo capitale di Pasteur nella storia dell’agricoltura Saltini sottolinea quello capitale di Darwin, gli studiosi della cui opera continuano a trascurare l’immenso volume sulla selezione degli animali domestici, analisi geniale dei risultati di otto millenni di selezione, inconscia o meramente empirica, delle razze vegetali e di quelle animali allevate, fondamento di tutti gli studi moderni sul miglioramento genetico. Un capitolo essenziale è dedicato a Mendel. L’arretratezza della scienza italiana è evidenziata dalla polemica tra Ottavi, l’agronomo corso che ha studiato a Grignon e si è stabilito in Piemonte, e George Ville, il più brillante sperimentatore francese della seconda metà del secolo.

1- Lo studio delle fermentazione e delle infezioni occasione della nascita della microbiologia (Pasteur)
2- La conoscenza di lieviti e batteri condizione per il governo delle trasformazioni delle derrate agrarie (id.)
3- Analisi chimica e indagine microbiologica fondamenta dell’enologia moderna (id.)
4- Uno studio sulle infezioni del baco da seta dischiude gli orizzonti della patologia animale (id.)
5- Le contraddizioni della scienza italiana nel monumento dell’erudizione agraria del Diciannovesimo secolo (Berti Pichat)
6- Piante e animali domestici prodotto della manipolazione dell’uomo (Darwin)
7- La prima formulazione dei principi della genetica (id.)
8- Un erede di Mitterpacher penetra il meccanismo della trasmissione genetica (Mendel)
9- Scienza della natura e miti della scienza nel dibattito agrario dell’Ottocento (Ottavi, Ville)
10- Un’agricoltura feudale a metà dell’Ottocento: il rapporto sulla Sicilia di tre laureati dell’Università di Pisa (Franchetti, Sonnino, Cavalieri)
11- La rassegna italiana di scienza e tecnologia agraria del crepuscolo del secolo (Cantoni, Zanelli, Caruso)
12- Le scoperte della biologia convertono le coordinate dell’allevamento animale (Perosino, Perroncito)
13- Nel crepuscolo del secolo il trionfo della macchina trasforma il lavoro dei campi (Brusotti, Guioni, Ruston, Proctor, Ransome, Howard, Fischer)
14- La manipolazione degli alimenti da industria rurale a attività industriale (Besana, Laffon, Carpené, Arnaudon)




Capitoli con integrazioni e modifiche significative

È possibile acquistare i primi sei volumi scrivendo a questo indirizzo: itempidellaterra@gmail.com

© 2008 itempidellaterra.org. All right reserverd. Any use of the images in forbidden